Oltre ogni sintomo o ogni problema si nasconde un mondo da scoprire per scoprirsi. 

•     Target di utenza: bambini, adolescenti, adulti, anziani singolo, coppia, famiglia, gruppi.

•     Sedute di Psicoterapia individuali – di coppia – familiari.

•     Colloqui Psicologici di Prevenzione, Supporto e Orientamento – individuali – di coppia – familiari – di gruppo.

•    SEDUTE DI PSICOTERAPIA INDIVIDUALI: si andrà a lavorare guardando la singola persona sia in un’ottica contestuale che approfondendo il suo vissuto; perché il comportamento non è altro che l’effetto di un movimento sistemico interiore, che può essere consapevole o meno. Dunque mentre da una parte si lavorerà, con il nostro emisfero sinistro, sul presente attuale attraverso tecniche di strategia psicologica per contenere il disagio, dall’altra parte lavoreremo, con il nostro emisfero destro, avendo come scopo la comprensione dei sintomi psicologici o dei problemi di vita presentati affinché la persona non debba più subire il proprio destino ma diventarne il protagonista, imparando ad apprendere ascoltandosi ed imparando ad apprendere dall’esperienza.

•    SEDUTE DI PSICOTERAPIA DI COPPIA: insieme alla coppia si andrà ad analizzare la sua storia, ampliando lo sguardo sia al contesto circostante che alle singole personalità dei partner, sempre tenendo presente il legame relazionale. Si andrà quindi a lavorare non solo sulla routine pratico quotidiana che si è innescata ma apriremo un confronto riguardo i pensieri e le emozioni dei due partner, riguardo quindi ciò che loro provano interiormente. Tendenzialmente si richiede un supporto per la coppia con lo scopo di gestire una crisi e superare incomprensioni e conflitti, causa dei problemi di coppia. Ma se vi dicessi di ringraziare questi periodi di crisi? Un percorso di coppia da’ l’opportunità sia di ritrovare l’intimità a due, sia di intraprendere un viaggio alla ricerca di se stessi.

•     SEDUTE DI PSICOTERAPIA FAMILIARI: con la  famiglia  si  potrà  lavorare  sia  per  analizzare  le questioni non floride relazionali e sia per affrontare le problematiche del singolo. In una famiglia possono nascere svariate tensioni, per placare le quali si andrà a lavorare con il fine di ristabilire un nuovo equilibrio comune. La famiglia altro non è che un insieme di singole personalità legate tra loro da fili invisibili, per questo i colloqui familiari sono risultati molto efficaci anche per affrontare quello che si considera essere un problema che interessa una sola persona della famiglia; in questo caso ci si focalizzerà non solo sull’artefice ma si lavorerà coinvolgendo tutti i familiari. Apparentemente  potrà  sembrare  di  trascurare  l’obiettivo  focale,  ma  incitando  i  componenti familiari, di conseguenza, percepirà il cambiamento anche il diretto interessato, essendo tutti collegati da quei fili invisibili. La Psicoterapia Familiare coinvolge, direttamente o indirettamente, tutti i membri familiari. È risultata scientificamente efficace per svariati disagi psicologici; in particolare è consigliata per affrontare, oltre alle questioni relazionali o individuali generali, le problematiche dell’ETA’ EVOLUTIVA (dalla prima infanzia fino all’adolescenza), in quanto i piccoli di casa sono i semi che per sbocciare assorbono i nutrienti dal loro contesto e che allo stesso tempo contribuiscono alla messa in discussione e all’evoluzione di tutto l’ambiente familiare. È inoltre preferibile, per bambini e adolescenti, rispetto ad una terapia individuale, in quanto con tale approccio non si va ad etichettare il sintomo o il paziente come problema. Per quanto anche una psicoterapia individuale ha la sua valenza anche in questi casi, potrebbe d’altro canto essere percepita negativamente dal figlio di casa in quanto spesso non è una scelta autonoma ma rischia di essere vissuta, consapevolmente o inconsciamente, come un castigo da parte dei genitori. La messa in gioco, invece, anche dei genitori e di tutta la famiglia è per quel piccolo seme un nutrimento d’amore.

•    COLLOQUI – RIVOLTI AL GRUPPO:   è  aperta  la  possibilità di  avviare  gruppi  di  sostegno psicologico distinti in base alle diverse difficoltà. Prerequisito fondamentale è che il nucleo di persone  che  comporrà  il gruppo  condivida  lo  stesso  interesse,  nonostante  le  ovvie  differenze nell’esperienza di vita di ciascun membro, nelle sue caratteristiche personali, nella sua storia, nel suo essere un individuo. Grazie alla condivisione dello stesso problema e al confronto si può riuscire a raggiungere l’obiettivo finale che, generalmente, è rappresentato dal raggiungimento del benessere  individuale  dei  componenti.  I  partecipanti  condividono  sentimenti  che  chi  non appartiene alla popolazione del gruppo non riuscirebbe a capire.

•     Psicodiagnosi: la Psicodiagnosi offre la possibilità di un inquadramento del problema portato dal paziente attraverso l’uso di strumenti, quali: test, questionari, colloqui. Attraverso un’accurata valutazione  della  personalità,  delle  caratteristiche  comportamentali,  delle  peculiarità  cognitive, della sfera emotiva   e del contesto circostante si potrà giungere ad una diagnosi, a partire dalla quale poi potremo prendere in considerazione quale rotta intraprendere.

•     Valutazione  Neuropsicologica:  si  andrà  ad  analizzare  la  funzionalità  dei  processi  mentali  di soggetti affetti da disordini neuropsicologici causati da lesioni cerebrali, primarie o secondarie. L’indagine, attraverso l’osservazione, il colloquio e la prestazione in test standardizzati, risulta fondamentale per poter porre successivamente rimedio ad eventuali carenze.

•     Training cognitivo: Stimolazione Cognitiva attraverso test specifici per preservare e potenziare le risorse cognitive di ognuno. Il training cognitivo è consigliato per l’età evolutiva con difficoltà neuropsicologiche, per l’età adulta che presenta difficoltà a livello cognitivo come conseguenza di un danno cerebrale e per l’età geriatrica qualora si dovesse percepire un declino cognitivo dovuto alla cosiddetta “demenza senile”. Il focus di un percorso psicologico riguarda il migliorare le prestazioni cognitive (es: ragionamento, memoria, attenzione, apprendimento, linguaggio, percezione, orientamento spazio-temporale, abilità prassiche, ecc.) in associazione alle prestazioni di vita quotidiana per mantenere l’indipendenza il più a lungo possibile, riducendo la depressione, l’ansia e i disturbi comportamentali.

•     CTP: Consulenza Psicologica Tecnica di Parte.

•     Stesura Relazioni Psicologiche: Relazioni Psicologiche rilasciate per gli usi consentiti dalla Legge.

•     Tutoring scolastico:  sostegno allo studio con lo sviluppo di un metodo di studio efficace, attraverso il quale si apprende ad apprendere, e valorizzazione delle risorse di ogni studente.

•    Interpretazione del Disegno: anche il disegno e’ una forma di comunicazione. Può essere un importante mezzo che aiuta a comprendere lo stato psichico del soggetto.

•     Percorsi Personalizzati: presso lo Studio, Online o in casi particolari di necessità a Domicilio. Il tutto con l’obiettivo di migliorare la qualità di vita di Ognuno. Gli incontri offrono, quindi, un’occasione per iniziare a prendersi cura di se’.

Dott.ssa  Claudia Florea – Psicologa Psicoterapeuta Viterbo e Online

Open chat
1
Ciao, come posso aiutarti?